Nemmeno noi, che la consociamo e la curiamo da trent'anni, siamo a conoscenza della sua vera storia. Sappiamo solo che il progetto nasce a Taiwan dove viene realizzato lo scafo, questo attraversa l'oceano e arriva nelle acque sudamericane per essere completato e rifinito in tutti i suoi particolari in legno. Come arriva in Europa, rimane un mistero... Ricordo che durante i nostri viaggi, da bambino mio nonno mi raccontava storie di come aveva avuto la barca – storie fantastiche di pirati che nel buio di una cala sperduta ai miei occhi diventavano realtà... Così di baia in baia, di porto in porto il nostro viaggio con il Tai-Pan proseguiva nelle acque mediterranee. Con questa barca ho viaggiato molto e sin dagli inizi mi sembrava lenta, goffa, noiosa... Crescendo però, con gli anni ho imparato ad apprezzarla e ad amarla capendo che per viaggiare in mare a motore non è necessario andare veloci, riuscendo così a godere della vera bellezza della natura, del mare e dei luoghi in cui si sta navigando. Ormai la storia della barca è diventata anche la mia. Appartiene alla nostra famiglia da prima che nascessi e prima di diventare mia, era la barca del mio nonno che mi ha insegnato cosa vuol dire andare per mare. Vorrei riuscire a trasmettere questa mia passione anche a voi.